costituzione del marocco 2011

La nuova Costituzione del Marocco, approvata con il Referendum del 1 luglio 2011, nel complesso, segna un passo avanti verso una maggiore parlamentarizzazione del sistema politico- istituzionale del Paese, mantenendo però in capo al sovrano ancora alcuni poteri militari e prerogative religiose. Denoel, 1954. 47). Verrebbe questo inteso come un gesto contro il sovrano? endobj [...] Qui popoli e razze per secoli hanno continuato a mescolarsi, fondersi e contrapporsi gli uni agli altri, come forse in nessun'altra regione di questo pianeta. J. GRANCI, I dannati del carbone. Viaggio in un Maghreb sconosciuto, Ed. L'atmosfera era festante, anche se – a giudizio di chi scrive – lievemente artificiosa. Il 20 Febbraio, sebbene questa domenica sia riuscito a mobilitare diverse migliaia di persone nei grandi centri, deve studiare una nuova strategia, per non rimanere confinato nell'universo telematico. Nomina i ministri (su proposta del Capo del governo, art. Pourquoi je rejette la constitution de Mohammed VI, Tunisia. Al momento della sua indipendenza nel 1956, il Marocco si proclamò Stato musulmano, ufficializzò l’uso della lingua araba e delineò gli aspetti sostanziali dell’identità marocchina stessa. Chiesa cattolica in Marocco; Cristianesimo in Marocco Nel settembre 2015, il Marocco ha tenuto le sue prime elezioni dirette per i consigli regionali, una delle riforme incluse nella costituzione del 2011. Inoltre, promuoveva i diritti umani, la parità delle donne, i diritti culturali dei berberi, e incoraggiava la decentralizzazione. 42). Il popolo manifesta contro il progetto della nuova costituzione. Ciò nonostante il 20-F ha sfidato ufficialmente il regime, chiamando al boicottaggio. Il movimento Amazigh è diviso al suo interno tra i sostenitori del sì (che nella nuova costituzione vedono l’opportunità di un agognato riconoscimento del proprio idioma come lingua ufficiale del regno al fianco dell’arabo) e chi – in linea con l’appoggio dato finora al 20-F – spinge per l’astensione. ^�_ܰ¹���7@L��� HQ�g�2��U8"1�!6��28 P0�s��T����s����/��@��t�0V�8 g���? La strategia adottata dal regime ricorda quella antecedente alla cacciata di Mubarak in Egitto: infiltrazioni nelle manifestazioni dell’opposizione ed induzione di situazioni di violenza che permettano al sistema repressivo di agire impunemente. 12 0 obj Ahmed Marzouki, "Tazmamart Cellule 10", Ed. Dahir, will be submitted to referendum on 28 rejeb 1432 (1 July 2011). 16 0 obj Abbiamo reso lingua ufficiale l’amazigh, quella di sant’Agostino». nella scia di quei marinai La questione non è di poco conto se si considerano le percentuali plebiscitarie del si (98,8% nel 1970; 98,8% nel 1972; 99,98% nel 1992; 99,6% nel 1996) delle consultazioni indette da suo padre Hassan II. Art. 5)... (segue) 423 Tangeri, domenica 19 giugno. Beyond this official identity, however, for several decades a cultural Non sappiamo come fare a determinarli e in che modo. Somigliano al cerchio di gesso che continua a essere descritto e cancellato, che le onde e i venti, le imprese e le ispirazioni, allargano o restringono. Il Marocco, sull’onda delle rivolte che hanno coinvolto dapprima l’Algeria e poi, con esiti Sono situazioni ben distinte da quella del regno alawita, nel quale il re non ha neppure preso in considerazione l’idea di una costituente democraticamente eletta. La stampa ufficiale opera un totale discredito nei confronti del Movimento, nell’intento di delegittimarlo agli occhi dell’opinione pubblica che non ha accesso alla rete informatica. Tale riforma è oggetto di un ampio dibattito nazionale proposto da Sua Maestà il Re l’8 maggio 2012, durante l’instaurazione della Haute Instance du Dialogue National sur la Réforme de la Justice (Alta Commissione del Dialogo Nazionale sulla Riforma della Giustizia). Già dalla giornata di sabato, in diversi dibattiti radiofonici, vi sono stati diverbi infuocati tra i sostenitori della riforma di Mohammed VI e chi criticava i metodi seguiti dalla commissione ad hoc – istituita dal sovrano – ed il risultato da questa prodotto. Il primo giugno 2011 si è tenuto un referendum per la riforma costituzionale, in risposta a una serie di proteste iniziate il 20 febbraio dello stesso anno, poiché i cittadini chiedevano un processo di riforma democratica. x�V TS����%!�A@�0�P �a � �JLBaP'�X���"�HQĂ� endobj La commissione Manouni – nominata in seguito al discorso reale del 9 marzo e composta da esperti e tecnocrati – ha lavorato per 3 mesi a porte chiuse, senza che trapelassero indiscrezioni. 50) e di emanare dahir (decreti reali, art. La stampa ufficiale – in buona parte – non concede voce al 20 Février ed è della settimana scorsa il divieto – posto dal Makhzen – ai tipografi di stampare volantini e striscioni del Movimento, pena l'arresto. In questo periodo sono filtrati alcuni segnali positivi – offerti all’opinione pubblica – funzionali all’accettazione di questo metodo di elaborazione della carta che, all’interno dell’attuale contesto arabo, non trova eguali. Il 1° luglio la popolazione marocchina ha approvato a larghissima maggioranza (ufficialmente il 98,5% di “sì”), tramite referendum consultivo, le modifiche alla Costituzione proposte dalla Commissione Consultiva per la Revisione della Costituzione, formatasi nel marzo scorso su volontà del re Mohammed VI. Una situazione che può sfuggire di mano allo stesso Makhzen, nel momento in cui orde di ragazzini vengono lanciate contro degli attivisti. Domenica 19 giugno, Rabat (Foto Francesco La Pia), J.-C. IZZO, La trilogia marsigliese (Casino totale, Chourmo, Solea), e/o, 1998, 1999, 2000, M. CARLOTTO & MAMA SABOT, Perdas de fogu, e/o, 2008, C. MAZZA, Lupi di fronte al mare, e/o, 2011, P. MARKARIS, La lunga estate calda del commissario Charitos, Bompiani, 2009, S. PIAZZESE, I delitti di via Medina-Sidonia, Sellerio, 1996, B. MORCHIO, La crêuza degli ulivi - Le donne di Bacci Pagano, Fratelli Frilli Editori, 2005, V. HEINICHEN, A ciascuno la sua morte, e/o, 2005. «Il Marocco gioca il gioco della democrazia, sapendo che non c’è sulla terra una città ideale. e quell'onda che non smette mai E' importante segnalare come il sovrano, concludendo il discorso alla nazione pronunciato la sera del 17 giugno, abbia dichiarato esplicitamente il suo voto favorevole nel referendum dell'1 luglio. Mohammed VI, “Capo dello Stato e suo Rappresentante supremo, Simbolo dell’unità della nazione, Garante della perennità e della continuità dello Stato, Arbitro supremo delle sue istituzioni” (art. Driss Chraibi, "Le passé simple", Ed. di Paul De Maeyer. Per patrimonio ar... (L'articolo “Les résistants de la cedraie” è stato pubblicato da  Tel Quel , n. 417, 27 marzo – 2 aprile 2010) Un’ora e mezza di vi... Il Mediterraneo non è solo geografia. Alberto Franceschi, Le riforme di Re Mohamed VI del Marocco, Padova, Imprimitur, 2012, ISBN 978-88-87300-72-7; Voci correlate. endobj 48), ha la facoltà di approvare le leggi (art. Uno degli aspetti più interessanti da seguire in questi dieci giorni che rimangono al referendum sarà lo spazio concesso alle ragioni del dissenso. stream ISBN, 2009. I dimostranti a più riprese si sono affrettati a dirmi che il loro gesto era spontaneo – difatti circola la voce che queste manifestazioni, così come il presidio permanente dei royalistes situato da quasi un mese dinanzi al Parlamento (l'unico che non abbia subito il divieto) vengano finanziate dal regime. La nuova Costituzione del Regno del Marocco del 29 luglio 2011 ha rappresentato la prima risposta, concreta e tempe- stiva, alle rivolte della cosiddetta “primavera araba” propa- gatesi, a partire dalla Tunisia nel dicembre 2010, in tutto il Nord Africa e poi nel Vicino Oriente. Il 2 e il 20 febbraio 2011, nella capitale ufficiosa Laayoune, decine di gruppi di manifestanti protestano contro il blocco che detiene il controllo politico del Marocco, contro il re Mohammed VI e contro la gestione dell'estrazione delle risorse naturali. endobj 11 0 obj del 1956, emersero in Marocco di Hassan Abouyoub Ha riformato la Costituzione dopo la “primavera araba”, con il consenso del popolo e mantenendo la monarchia. 90 del Codice elettorale - ritenendo responsabili i mezzi d’informazione che tollerino questo tipo di messaggio nelle proprie trasmissioni. 42), mantiene la presidenza del Consiglio dei ministri (con la possibilità di delegare, a propria discrezione, alcune funzioni esecutive al primo ministro, che nel testo viene enfaticamente chiamato Capo del governo – art. k����n��vLv��]��ɖ�)�ߏ5�fF~� ����&��'�疄�7�_��u�o(��3����^�Y'\��j:�_)���->c����a��q������y��&���5T�¸h��Ł��Ә���N�[^0�e��!�Y1F��D0�Or��c������#=Pa����70��e�3i��KWgm���/�n?�ww��?���� ��k�MD�Gcﴠ�ɻ)���InF��zn͚��7#k%h���@&?�ꤪ՚�W|����B�m�-�dS��AV��w4.�y�z��1�p��3��z�N����֊���d�ǥb�C� H�K�!�(����Z�����*�Ur�I5oK����ֿTӰ�Tg' La prima prova di un'effettiva svolta democratica per il Marocco consiste in un aperto dibattito sul proprio futuro. di “sì”), tramite referendum consultivo, le modifiche alla Costituzione proposte dalla Commissione Consultiva per la Revisione della Costituzione, formatasi nel marzo scorso su volontà del re Mohammed VI. Maspero, 1980. endobj Questi derivano dal carattere autoritario del Ministero dell’Interno, e più in generale dell’atteggiamento … (Nel caso dell’UMT è in atto una campagna interna al sindacato per promuovere il boicottaggio del referendum nonostante la linea ufficiale espressa dai suoi rappresentanti, ndr). /BleedBox [12.4961 12.4961 412.181 624.78] /TrimBox [21 21 403.677 616.276] ROMA, domenica, 3 luglio 2011 (ZENIT.org).- Il re del Marocco, Mohammed VI, sembra aver vinto la sua scommessa. Tarik, 2000. Il 1° luglio un referendum accoglieva la nuova Costituzione col 98.5% dei consensi. Nessuna democrazia in vista L’adozione di una nuova Costituzione aveva suscitato molte speranze, per ora tutte tradite secondo il rapporto dell’Associazione marocchina dei diritti umani (AMDH). Séguier, 2000. Considerando che resta solamente un altro fine settimana prima del referendum, se vuole diffondere tra la popolazione le motivazioni del suo rifiuto alla proposta costituzionale, è necessario che riesca ad introdursi nello spazio mediatico che normalmente lo oscura. Nella gran parte dei casi sono omosessuali che amano vestirsi da donna ed esibire la loro femminilità. A giorni è prevista una riunione per cercare una posizione comune, anche se appare difficile che questa possa essere raggiunta. Approvata il 17 giugno 2011, sottoposta a referendum confermativo il 1° luglio 2011 Nota: Il sistema di governance (in breve) – The Draft of the Constitution of which the text is annexed to this. Il Marocco, sull’onda delle rivolte che hanno coinvolto dapprima Il Marocco dall’indipendenza alla Costituzione del 2011 . E ognuna di queste città, con le sue stradine strette, tortuose, pullulanti di gente, mi ha offerto i suoi colori, i suoi frutti, i suoi fiori, i gesti dei suoi uomini e lo sguardo delle sue donne. ,�R�,y`(�`3�*�^P�A#8 Nel frattempo, in Tunisia il governo provvisorio ha scelto di posporre l’elezione dell’assemblea costituente al 23 ottobre, per garantire un maggior standard democratico, mentre in Islanda i cittadini si esprimono e dibattono sulla futura costituzione via facebook. 47, anche se i cinque “ministeri di sovranità” – Interno, Esteri, Difesa, Giustizia e Affari islamici – resteranno sotto il suo diretto controllo) e può mettere fine alle loro funzioni (art. 41, il sovrano è. 5 0 obj << /Type /Page /Parent 3 0 R /Resources 6 0 R /Contents 4 0 R /MediaBox [0 0 424.677 637.276] << /Length 5 0 R /Filter /FlateDecode >> Z�Ip\ W�5��A0��q�L"BFdeD�E��a ��7��!1H�,$Y�#eH%R��#? La nuova Costituzione, approvata da un referendum popolare nel luglio del 2011, aveva come fine il consolidamento del ruolo del Primo Ministro, definito Capo del Governo, del Parlamento e del sistema giudiziario. Testi in lingua ungherese e inglese della recentissima Costituzione entrata in vigore il 25 aprile 2011. Marocco: nuova costituzione, vecchio regime? endobj endobj << /ProcSet [ /PDF /Text ] /ColorSpace << /Cs1 10 0 R >> /ExtGState << /Gs2 /ArtBox [21 21 403.677 616.276] >> 2 – The citizens [masculine] and the citizens [feminine] eligible to take part Mohamed Choukri, "Le pain nu", Ed. Gli stessi partiti politici hanno avuto accesso alla proposta costituzionale solamente poche ore prima dell’apparizione televisiva del sovrano, senza alcuna possibilità di discutere il progetto o di presentare degli emendamenti. 2 0 obj Il PJD ha ancora vinto il maggior numero di seggi nelle elezioni parlamentari nazionali nell’ottobre 2016. Democrazia in eterno working progress, in «Africana», 2011. << /Length 17 0 R /N 1 /Alternate /DeviceGray /Filter /FlateDecode >> In base all’art. l'altrapagina, Perugia, 2010, pagg. La Costituzione marocchina del 2011 va oltre quanto disposto dal testo algerino, affermando già nel preambolo che il Regno «intende preservare, nella sua pienezza e nella sua diversità, la sua identità nazionale una e indivisibile», e che la sua unità risulta «forgiata per la convergenza delle sue componenti arabo – islamiche, amazigh e saharo – hassani» e che «si è nutrita ed arricchita dalle sue affluenze … Ma dopo dodici mesi, in Marocco si consuma una preoccupante repressione della libertà d'espressione e una criminalizzazione del dissenso nel silenzio della comunità internazionale. Le basi costituzionali e normative dello Stato moderno marocchino sono cionondimeno state introdotte all’inizio della fase di ristrutturazione economica avviata nei primi anni ’80 (par. Di oasi in oasi. Tunisia. Proteste e repressione in Marocco, una lettura al ... La stampa internazionale e l’UE allarmate dal “nuo... Miniere in Marocco: sviluppo o disastro ambientale? Dai risultati quasi completi emerge infatti che il “sì” ha stravinto nel referendum sul progetto di una nuova Costituzione [1], che si è … stream HQ(� 159. quella nave che va da sola Provenienti da tutto il Paese, i favorevoli alla nuova Costituzione hanno sventolato bandiere del Marocco, intonato slogan a favore nel nuovo testo e sventolato immagini del re. La Carta costituzionale approvata nel luglio 2011 aveva promesso un riequilibrio dei poteri e più rispetto dei diritti del cittadino. I sostenitori del re a Casablanca, invece, hanno attaccato i manifestanti anti-governativi e ferito molti attivisti. meeting on 14 rejeb 1432 (17 June 2011), Has Decided That Which Follows: Article 1. %��������� del flamenco e della taranta Pubblicato il 25 Giugno 2011 da Angela Di Gregorio. La nuova carta costituzionale, inoltre, conserva intatto il ruolo di “suprema guida religiosa” attribuito al monarca alawita (riconosciuto come discendente del profeta Mohammed) su volere del vecchio re Hassan II. By Marisa Fois. UNGHERIA – La Costituzione del 25 aprile 2011. 8��(�X� �_�B��Z���_�����s�9oߓ����( U�)� c�,�����׋��1CBq�0M���� Il Movimento, ritenendo che la nuova costituzione non cambierà la struttura di potere del Marocco e piuttosto, sotto una facciata liberale, manterrà il controllo del re sulla vita politica ed economica, ha chiamato a manifestare in tutto il territorio nazionale.

Voce Graffiata Cantanti, Cosa Mangiano Le Carpe, John Donne Vita, Sora24 Ciociaria Oggi, Cosa Mangiano Le Carpe, Spid Noipa Non Disponibile, Orari Conerobus Extraurbano, Novena Immacolata 9 Giorno, Teatro Nuovo Vicenza,